Leishmaniosi nel cane

Leishmaniosi nel cane

Leishmaniosi nel cane

La leishmaniosi nel cane è una malattia causata da un parassita, il Leishmania Infantum che viene trasmesso dalla puntura dei flebotomi, i pappataci, molto attivi da maggio a ottobre. Le zone di mare calde, tra il sud e il centro Italia sono le più colpite dalla loro presenza. Nell'ultimo decennio però si sono registrati casi con un aumento della diffusione anche in molte aree del nord Italia. Sicuramente l'aumento delle temperature, ma anche la maggiore movimentazione di persone e animali hanno fatto si che ci sia stata una notevole crescita dei focolai della malattia. Per cui hanno il raggio d'azione del contagio è aumentato.

La leishmaniosi è una malattia cronica, sicuramente grave, che genera danni progressivi, importante quindi che il cane sia monitorato e controllato in maniera costante da un veterinario. Per capire se il tuo cane ha contratto la malattia è semplice, basta un esame del sangue e in 10 minuti potrai scoprire se il tuo cane sta bene oppure no. La leishmaniosi è una malattia che può essere trasmessa dall'animale all'uomo, seguita e monitorata continuamente dal Servizio Sanitario Nazionale.

Sintomi della Leishmaniosi:

  • Dimagrimento
  • Diminuzione dell'appetito
  • Dolore alle articolazioni
  • Sanguinamento dal naso
  • Crescita strana delle unghie
  • Pelo e cute alterati
  • Piccole infezioni intorno all'occhio

sintomi leishmaniosi

La leishmaniosi ha un periodo di incubazione molto lungo, fino a 7 anni, produce danni progressivi, anche gravi e se non curata può portare alla morte. La malattia colpisce il sistema immunitario del cane, possono quindi apparire anche altre malattie o può acquisire altre malattie parassitarie vista la sua fragilità. Se il cane risulta infetto seguire le indicazioni veterinarie, essendo una malattia cronica non sarà completamente curabile, ma di certo gestibile se presa per tempo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Leishmaniosi_animale

Come prevenire la leishmaniosi

Le informazioni più complete potrete ottenerle dal vostro veterinario. Vi sono in commercio dei prodotti antiparassitari che tengono lontani gli insetti e evitano quindi le punture che potrebbero contagiarlo. Si consiglia di tenere il cane in casa la notte, soprattutto nelle zone in cui il contagio è più facile. Inoltre è disponibile un vaccino, ma per ogni richiesta specifica è bene sentire il parere del vostro veterinario.

Il periodo giusto in cui affrontare la malattia non esiste, è utile monitorare la salute del vostro cane e seguire ogni suo particolare cambiamento. Valutate con il vostro veterinario le strategie più corrette per garantirne la prevenzione al contagio.

Pubblicato il 29/01/2019 News, AMICI CANI 117

Visti di recente

Nessun prodotto

Menu